Divulgazione Scientifica Archivi · Nicoletta Paolillo

agrumi-2-e1632648095186.png

 

Mangiare agrumi porta benefici al nostro corpo, sopratutto se si considera anche la buccia.

Un recente studio ha infatti confrontato il contenuto di minerali tra la buccia e la polpa degli agrumi e determinato quali tra arancia, pomelo, mandarino, limone, lime e pompelmo rosso, giallo o verde, fosse il più ricco di minerali. 

Per lo studio ogni frutto è stato tagliato a metà, e una metà è stata omogeneizzata, trattando il campione nel suo insieme (buccia + polpa), mentre l’altra metà è stata pelata e la polpa (F) e la buccia (P) sono state omogeneizzate separatamente . 

Le arance possono inoltre arricchire il corpo con potassio, fosforo e manganese, mentre la calce può essere una fonte di calcio, zinco, sodio e soprattutto potassio. 

I ricercatori dello studio indicano che tutti gli agrumi sono una fonte molto preziosa di potassio, necessario per garantire l’equilibrio idrico ed elettrolitico.

Lo studio ha evidenziato che:

Il contenuto di macro e micronutrienti nella buccia della maggior parte dei frutti, ha superato di gran lunga la loro quantità nella polpa.

I ricercatori indicano inoltre che:

Arance e pomeli sono i frutti più ricchi di ferro e rame, quindi potrebbero essere consigliati in casi come i disturbi della produzione di emoglobina derivanti da una carenza di questi elementi. Mangiare agrumi porta quindi benefici, non solo grazie alla famosa vitamina C.

 

 

Fonte: Czech A, et al..Mineral Content of the Pulp and Peel of Various Citrus Fruit Cultivars. Biol Trace Elem Res. 2020 Feb;193(2):555-563.


banana-verde.jpg

Questo studio ha analizzato bambini e adolescenti con costipazione funzionale (secondo i Criteri Rome IV), divisi in 5 gruppi a seconda la terapia farmacologica applicata, combinata o meno con la banana verde.

I risultati ottenuti sono stati:

Il consumo di biomassa di banana verde da sola, ha ridotto in modo significativo il numero di bambini con classificazione Bristol Stool Form Scale 1 o 2, sforzandosi di defecazione, defecazione dolorosa e dolore addominale.
La percentuale di bambini che hanno richiesto una dose ridotta di lassativo è stata alta nel caso in cui la biomassa di banana verde è stata associata a picosolfato di sodio (87%) e PEG 3350 con elettroliti (63%).

La biomassa della banana verde da sola e associata a lassativi è stata ben tollerata e non sono stati segnalati effetti avversi.

Questo studio indica che la biomassa di banana verde è vantaggiosa come terapia aggiuntiva sulla costipazione funzionale, principalmente per ridurre le dosi di lassativi in bambini e adolescenti.

Fonte: articolo in lingua inglese su www.sciencedirect.com